Attualità

Addio lampadari di Murano, ecco il “rettangolo di Star Wars” per la sala del Consiglio

Dopo il non-caso dei lampadari originari che non faranno più ritorno nella sala consiliare di Palazzo Cernezzi – chiusa più o meno da un “cenozoico” settembre 2017 per i lavori di ripristino e restauro del soffitto pericolante – l’aula comincia a mostrarsi nella sua nuova veste luminosa.

Al posto dei sofisticati lampadari in vetro di Murano qui sopra, troppo pesanti per travi e cassettoni in legno e peraltro nemmeno originari di Palazzo Cernezzi ma importati da Villa Olmo, ha trovato posto un modernissimo rettangolo che pare formato dalle spade laser di Star Wars.

L’impatto, dopo i primi test, sempre essere ottimo come capacità di illuminazione e tutto sommato anche l’effetto minimal in contrasto con tappezzerie e lampade retrò non è dispiaciuto alle prime occhiate.

Per quanto riguarda la riapertura a sindaco, assessori e consiglieri della sala delle assemblee cittadine, ora confinate nella modesta Sala Stemmi, il mese di novembre dovrebbe essere quello buono. Forse.

  1. Riccardo

    Speriamo che gli storici lampadari non facciano la stessa fine delle targhe dedicate ad Alessandro Volta….

  2. Comino

    Vedremo tutti i consigli comunali “sotto una nuova luce”! Un buon auspicio?

  3. Luisa Corti

    Pazzesca caduta di stile…

  4. La sala ora è bruttina e manca totalmente di signorilità. Splendidi i lampadari di Murano che davano il giusto calore e che probabilmene faranno una fine indecorosa

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata