Cultura e Spettacolo

“Quia fecit mihi magna”. Meraviglioso concerto mariano in San Giorgio: venerdì 18

Quia fecit mihi magna”. (Grandi cose ha fatto in me). Prende il nome da un versetto del Magnificat il concerto che si terrà venerdì 18 ottobre alle 21 nella basilica di San Giorgio in Borgo Vico.

L’incipit stesso rivela che sarà un concerto mariano, in cui verranno eseguiti brani di diverse epoche dedicati alla Madonna. Nel 2019 ricorre infatti il centesimo anniversario dell’Incoronazione della statua di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, venerata dalla fine dell’Ottocento nella basilica di San Giorgio. Il giubileo è stato preparato e commemorato dalla Comunità parrocchiale con una serie di iniziative, di cui il concerto è uno degli atti conclusivi.

Il 2019 ha inoltre visto completarsi l’importante restauro della basilica, che fa seguito alla sistemazione della facciata e del campanile. Un intervento che, tra le altre cose, ha restituito i colori originali della chiesa, modificandone radicalmente l’aspetto interno, e che ha svelato preziose pitture originali del Seicento, attribuite ai fratelli Recchi, che erano state coperte nel corso dei secoli.

Il concerto del 18 ottobre, pertanto, ha un duplice aspetto. E’ un omaggio musicale a Maria, in occasione del giubileo, e contemporaneamente un omaggio alla basilica.

I brani che verranno eseguiti ripercorreranno infatti la storia di San Giorgio, nata romanica, profondamente trasformata nel Seicento, poi nell’Ottocento, e restituita agli antichi splendori ai giorni nostri. Per questo motivo nella prima parte verranno eseguiti composizioni risalenti all’epoca medievale, barocca e otto/novecentesca (vi saranno tre differenti versioni dell’inno Ave Maris Stella), oltre a due composizioni contemporanee in prima esecuzione assoluta: Litanie della Beata Vergine di Antonio Eros Negri (che dirige il concerto) e Ave Maria di Mauro Butti, direttore della corale di San Giorgio. La seconda parte sarà dedicata allo splendido Magnificat di Vivaldi per soli, coro e orchestra.

L’esecuzione, diretta da Antonio Eros Negri, è affidata alla Schola Cantorum del Conservatorio di Como, all’associazione corale Aenigma di Milano e agli strumentisti del Caecilia Consort, che utilizzeranno strumenti originali. All’organo Riccardo Quadri. Solisti Maria Dalia Albertini, Benedetta Mazzetto e Matteo Straffi.

Comunità Parrocchiale del Borgo Vico
Basilica di San Giorgio
Sub Umbra Petri
Santuario di N.S. del Sacro Cuore di Gesù

CONCERTO MARIANO
“Quia fecit mihi magna”

Venerdì 18 ottobre 2019, ore 21

Ingresso libero

Programma

  • Prima parte

Dal Libre Vermell de Montserrat (XIV sec.)
Laudemus Virginem canone

Ave Maris Stella
L’inno a Maria attraverso i secoli

  • Melodia gregoriana
  • Claudio Monteverdi (1567-1643)
    dal Vespro della Beata Vergine (1610)
  • Edvard Grieg (1843-1907)

Sergej Rachmaninov (1873-1943)
Bogoroditse Devo (Ave Maria)

Mauro Butti (1963)
Ave Maria* (2019)

Antonio Eros Negri (1964)
Litanie della Beata Vergine* (2018)

*prima esecuzione assoluta

  • Seconda parte

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Magnificat RV610
per soli, coro e orchestra

Gli esecutori

Solisti
Maria Dalia Albertini soprano
Benedetta Mazzetto mezzosoprano
Matteo Straffi tenore

Schola Cantorum del Conservatorio di Como

Associazione Corale Ænigma
maestro del coro Alessio Raimondi

CaeciliaConsort
con strumenti originali

Regina Yugovich, Pier Francesco Pelà violini
Maria Bocelli viola
Marlise Goidianich violoncello
Paolo Bogno violone

Riccardo Quadri
organo

Antonio Eros Negri
direttore

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata