Trapianto capelli senza cicatrici e senza fasciatura: è possibile?

Trapianto-capelli-senza-cicatrici-e-senza-fasciatura

Come funziona il trapianto capelli senza cicatrici e senza fasciatura? Nel momento in cui perdiamo i capelli, c’è il desiderio di tornare ad averli: le cause possono essere molteplici, dalla genetica fino a uno sbalzo ormonale, ma influisce anche lo stress. Le operazioni di trapianto capelli, tuttavia, lasciano a volte delle cicatrici sul cranio dei capelli. Come ovviare a questa situazione?

Cos’è il trapianto capelli senza cicatrici e senza fasciatura

Nello specifico, negli ultimi tempi, possiamo sfruttare una tecnica innovativa per evitare cicatrici sul cranio. Parliamo del trapianto con tecnica HST, molto innovativo e anche sicuro. Sebbene sia un metodo poco conosciuto in Italia, sta conquistando il settore della bellezza e del benessere per ciò che offre.

Si chiama HST Hair Stemcell Transplantation ed è un trapianto con moltiplicazione o clonazione di cellule staminali. Dal momento in cui non crea cicatrici sul capo, è davvero interessante e non va sottovalutato.

Qual è il decorso operatorio del trapianto per capelli

Molti uomini vorrebbero fare un trapianto di capelli ma sono spesso spaventati dalle conseguenze sul cranio. Cicatrici e fasciatura, infatti, preoccupano enormemente, soprattutto chi deve tornare al lavoro e non vuole in alcun modo mostrare di aver fatto il trapianto.

Per esempio, i trapianti FUE e FUT richiedono un bendaggio specifico. Le piccole ferite che si creano infatti vanno a sanguinare, fino a quando non si cicatrizzeranno del tutto. Il problema è che le cicatrici possono anche creare la fibrosi del cuoio capelluto, e pertanto anche in questo caso si potrebbe preferire un altro tipo di trapianto.

Perché perdiamo i capelli: le cause

Quali sono le cause della perdita di capelli nell’uomo? Al primo posto troviamo lei, indubbiamente, la genetica. La calvizie maschile, nota anche con il termine di alopecia androgenetica, può giungere in qualsiasi momento di vita di un uomo, dai 20 ai 60 anni. Inoltre, interessa il 70% degli uomini. In questo caso comunque si parla sempre di geni ereditati dai genitori.

Anche la caduta stagionale può avere un’influenza non da poco, così come l’esposizione dei capelli all’inquinamento delle grandi città. Non mancano comunque i problemi medici e lo stress tra le possibili cause della caduta dei capelli nell’uomo. Infine, anche il sistema immunitario potrebbe avere una componente non da poco.

Trapianto HST, cos’è e come funziona

Come si esegue il trapianto HST? Questa tecnica permette di realizzare dei punch molto ridotti, inferiori al 33% rispetto ad altri. Le ferite che si creano si rimarginano in modo velocissimo, e pertanto non richiedono per forza la presenza del bendaggio. Inoltre, il decorso post operatorio non darà modo di favorire la fibrosi.

La rigenerazione avverrà in fretta, e l’intervento è uno dei migliori al momento. Tra l’altro, grazie al fatto che non sia tanto invasivo, può essere ripetuto nel tempo. Il ciclo di crescita del capello non sarà comunque compromesso. Ogni nove mesi si potrà rifare il trapianto. In questo modo si potrà recuperare la propria chioma, che per gli uomini è indispensabile: la perdita dei capelli, infatti, può comunque creare dei disagi psicologici profondi.